EVENTI

Ancora un giorno

cinema

La trama di Ancora un giorno procede come un racconto di guerra, che ben presto assume però i contorni di un personalissimo viaggio interiore, un cammino di rinascita tra senso di incertezza e solitudine, alienazione e paura, fino a diventare riflessione sul ruolo del reporter di guerra quando Kapushinski si ritroverà tra le mani una notizia che se diffusa potrebbe provocare la morte di migliaia di persone. Mentre fuori infuria la guerra civile, nell’animo di questo antieroe gli interrogativi si moltiplicano: quali sono i limiti di un giornalismo imparziale? Dove finisce il dovere di cronaca? Si chiede Kapushinski, che non si accontenta di essere un semplice osservatore esterno: durante la permanenza al fronte stabilirà con la gente del posto un rapporto basato sull’empatia e la compassione. (?) La vera forza del film consiste nella combinazione di linguaggi diversi: lo stile della graphic novel e la poesia dell’animazione incontrano quello del documentario quando irrompe il realismo delle immagini di repertorio, di vecchie foto in bianco e nero, o la potenza delle testimonianze, quarant’anni dopo, di alcuni dei protagonisti di quei fatti in carne e ossa. Non asettica cronaca di guerra, ma racconto intimo e spesso tormentato, una narrazione che assume le fattezze delle persone incontrate, o dei ricordi dei sopravvissuti. (?) Un esperimento coraggioso e rivoluzionario. I registi riescono a evitare i rischi di un’operazione che poteva risultare un’accozzaglia di linguaggi e generi diversi. Intimismo e racconto di guerra procedono su binari paralleli amalgamandosi alla perfezione in una narrazione che commuove e scuote le coscienze.

QUANDO
15 e 16 aprile ore 21.00
DOVE
Suburbana – Centro l’Incontro
Via Bendini 11, 10093 Collegno (TO)
LINK

Suburbana